Droghe nel corpo | Metabolismo ed escrezione

Cosa succede alle droghe nel nostro corpo? Seguono la stessa strada del cibo oppure no? Quanto della dose di partenza arriva a destinazione e quanto, invece, viene espulso? Proviamo a darci qualche risposta.

Sostanze d’abuso. Fonte immagine: ilfattoquotidiano.it
  • Metabolismo
  • Smaltimento delle sostanze d’abuso:urina
  • L’alcol nel corpo
  • Velocità di escrezione

Metabolismo

Le sostanze d’abuso, proprio come il cibo, una volta all’interno del corpo, indipendentemente dal tipo di somministrazione, cominciano a essere eliminate in diversi modi. Prima però, nella maggior parte dei casi, subiscono una serie di cambiamenti chimici all’interno dell’organismo. Si tratta di un processo noto come metabolismo o biotrasformazione. Generalmente vengono metabolizzate prima di essere eliminate ma, in qualche caso, può succedere che vengano cacciate via senza subire alcuna alterazione.

Nel nostro corpo quasi tutti i tipi di tessuti sono in grado di svolgere alcuni di questi processi metabolici ma quelli più attivi sono sicuramente il fegato, i reni e l’intestino. La domanda da porsi a questo punto è: l’eliminazione di queste sostanze dove avviene? La risposta sta nell’urina.

Smaltimento delle sostanze d’abuso: urina

Lo smaltimento principale delle droghe avviene proprio tramite l’urina ma, per far si che questo succeda, c’è bisogno che le droghe e i loro metaboliti (ovvero tutte le parti che vengono fuori dai processi di trasformazione) siano modificati in modo da essere solubili in acqua. Lo stesso tipo di trasformazione deve avvenire anche quando le droghe devono essere espulse attraverso il sudore o le feci. La base, in ogni caso, è sempre l’acqua.

Ora, però, bisogna fare attenzione a una cosa: quando le droghe sono somministrate per via orale, subiscono una prima trasformazione nel fegato, per poi arrivare nel sangue, nel flusso sanguigno. Questa è la ragione per cui la concentrazione di droghe che si distribuisce in tutto il corpo e che raggiunge il cervello è molto inferiore a quella assunta. Volete un esempio? Pensiamo all’alcol.

L’alcol nel corpo

Alcol. Fonte immagine: unicusano.it

Quando si assume alcol per via orale, si riceve il 60% in meno di quel che si otterrebbe assumendolo per via endovenosa e no, non fatelo per nessuna ragione al mondo: potreste seriamente rischiare di non vedere più i miei video, ascoltare i miei podcast o leggere i miei articoli. Battutacce a parte, lo abbiamo capito: l’eliminazione principale delle droghe avviene attraverso i reni ma il nostro corpo è capace di eliminare una piccola parte delle droghe anche attraverso la sudorazione e la respirazione. Pensiamo, ancora una volta, all’alcol.

Velocità di escrezione

Circa l’1% dell’alcol assunto viene esalato ed è proprio questo il motivo per il quale può essere rilevato con l’etilometro. In più, l’età determina tantissimo la velocità attraverso la quale l’alcol, ma le droghe in generale, vengono espulsi dal nostro corpo. Tra i 5 e i 10 anni la velocità è massima, si stabilizza nell’arco di tempo che va dai 10 ai 40 anni mentre, più si va avanti, tanto più tende a ridursi.

Potrebbero interessarti anche...