Cervello sempre in forma

Il cervello umano si comporta come una pianta sempreverde: ha la capacità di rinnovarsi con il passare del tempo producendo nuovi neuroni fino all’età di 90 anni.

In uno studio condotto su 58 persone dai ricercatori del Centro di Biologia Molecolare “Severo Ochoa” di Madrid e pubblicato su Nature Medicine, i campioni hanno confermato la presenza di migliaia di nuove cellule nervose in fase di maturazione nell’ippocampo. Questa capacità è viva fino in età avanzata in soggetti sani mentre in pazienti affetti da Alzheimer la capacità è ridotta.

Differenti stadi di neurogensi ippocampale adulta nel giro dentato in soggetti umani adulti neurologicamente sani.

In passato era stata avanzata l’idea che la neurogenesi fosse stata abolita dall’evoluzione nell’ uomo. E, in effetti, diversi studi sembravano avvalorare questa ipotesi. La notizia aveva lasciato l’amaro in bocca. In seguito a questa recente scoperta invece ci si può finalmente muovere in altre direzioni.

“Determinare se esiste la neurogenesi nell’adulto non significa solo risolvere una diatriba accademica – sottolinea Marco Canossa, docente di fisiologia al Centro di biologia integrata (Cibio) dell’Università di Trento – ma vuol dire aprire nuovi scenari per la diagnosi precoce dell’Alzheimer. Se riuscissimo a sviluppare una tecnica di analisi per valutare la presenza di nuovi neuroni anche nel cervello delle persone vive, potremmo con buona probabilità scoprire in anticipo quali si ammaleranno, oltre che sviluppare nuove terapie per stimolare la produzione di nuovi neuroni”.

FONTE:

https://www.nature.com/articles/s41591-019-0375-9

Potrebbero interessarti anche...